marzo 05, 2019 - BMW

Speech di Sergio Solero, Presidente e A.D. di BMW Italia, ai media italiani in occasione del Salone di Ginevra 2019

Buonasera Signore e signori e benvenuti all’incontro di benvenuto che precede l’apertura del Salone di Ginevra.

Domani sul nostro stand avrete modo di apprezzare l’offensiva di prodotti che va nella chiara direzione dell’elettrificazione, in linea con la strategia NUMBER ONE > NEXT che abbiamo annunciato nel 2016 e che stiamo coerentemente perseguendo.

Come sempre, avremo occasione di parlare dei nuovi modelli domani al salone. Stasera vorrei fare con voi il punto della situazione e condividere alcune riflessioni.

Partirei da alcuni dati.

Il #BMW Group nel 2018 ha venduto a livello mondiale più di 140.000 veicoli elettrificati (elettrici a batteria e ibridi plug-in), con una crescita del 38,4% rispetto al 2017 confermando così il suo ruolo di leader nel campo dell'elettromobilit à.

La principale area di vendita del #BMW Group per veicoli elettrici e ibridi plug-in, è l’Europa dove è avvenuto oltre il 50% delle vendite del 2018. Infatti con circa 75.000 veicoli elettrificati consegnati ai clienti nel Vecchio Continente, il #BMW Group si è attestato come leader di mercato nella regione, con una quota superiore al 16%.

A livello globale, la quota di mercato del #BMW Group è superiore al 9%.

Leader di mercato anche in Italia

Anche in Italia il #BMW Group ha confermato il suo ruolo guida: i modelli elettrificati a marchio #BMW i, #BMW e MINI immatricolati nel 2018 sono stati 2.359, quasi il doppio dell’anno precedente, sufficienti a garantirci una quota del 25% del mercato elettrificato del nostro Paese.

Pilastri strategici

L'elettromobilità è un pilastro essenziale della strategia NUMBER ONE > NEXT e uno dei quattro temi chiave della nostra filosofia «ACES» focalizzati sulla mobilità del futuro (autonoma, connessa, elettrificata e servizi/condivisa).

Vorrei ricordare alcune pietre miliari del 2018 di questo percorso:

2018: le pietre miliari

A febbraio, il #BMW Group ha annunciato una joint venture con il produttore cinese Great Wall inizialmente per la produzione di veicoli elettrici MINI in Cina.

A marzo al Salone di Ginevra, Harald Krüger ha confermato che la #BMW i Vision Dynamics diventerà un modello di produzione con il nome BMW i4 e sarà prodotta a Monaco di Baviera a partire dal 2021.

Sempre a marzo, abbiamo annunciato la nascita di una società 50:50 con Daimler per lo sviluppo dei servizi di mobilità innovativa.

I servizi di mobilità delle due società vantano ad oggi una vasta esperienza e una solida base di clienti, con un totale complessivo che supera i 60 milioni di utenti.

Nelle scorse settimane le due aziende hanno aggiunto un ulteriore sviluppo alla collaborazione annunciando che accresceranno la loro importanza a livello globale unendo i servizi di mobilità esistenti per creare cinque società e svilupparle ulteriormente, con uninvestimento di oltre un miliardo di Euro e:

REACH NOW per i servizi multimodali,

CHARGE NOW per la ricarica di vetture elettrificate,

FREE NOW per il servizio taxi e limousine (NCC),

PARK NOW per il parcheggio e

SHARE NOW per il car-sharing.

Torniamo ora ad aprile 2018, quando la BMW Concept iX3 è stata presentata al Salone di Pechino. Questa vettura sarà il primo modello completamente elettrico a marchio #BMW che verrà prodotto in Cina ed esportato nel mondo, con un lancio sul mercato programmato per il 2020.

A luglio, il #BMW Group ha firmato un contratto a lungo termine del valore di quattro miliardi di euro con la società cinese Amperex Technology (CATL) per la fornitura di batterie. Grazie a questo accordo, CATL costruirà lo stabilimento di produzione di batterie più avanzato al mondo in Germania (a Erfurt) e questo sarà fondamentale anche per l’alimentazione della futura #BMW iNext.

A settembre, la stampa mondiale ha visto in anteprima la BMW iNEXT Vision, la punta pionieristica del Gruppo #BMW per l'innovazione futura. Combina guida autonoma, connettività, elettrificazione e servizi mantenendo l'attenzione sul cliente e offrendo un nuovo "Favorite Space". Il veicolo #BMW iNEXT Vision è alimentato tramite la trasmissione elettrica di quinta generazione del #BMW Group, con un'autonomia di oltre 600 km nel ciclo WLTP.

A ottobre, il BMW GroupNorthvolt e Umicore hanno formato un consorzio tecnologico al fine di lavorare insieme allo sviluppo di una catena di valore completa e sostenibile per celle di batterie industrializzate per i veicoli elettrificati in Europa.

La scorsa settimana è stata ufficialmente comunicata anche la partnership nello sviluppo dei sistemi di guida autonoma di livello 3 e superiori con il Gruppo Daimler.

E in Italia, cosa abbiamo fatto?

  • Offriamo soluzioni per la ricarica domestica e aziendale con la Wall Box, sistemi intelligenti e programmabili di ricarica in vendita presso tutte le Concessionarie del Gruppo.
  • Offriamo soluzioni per la ricarica pubblica con Charge Now. Dal 1° marzo 2019 siamo operativi con tutti i principali operatori presenti in Italia, in modo da coprire la quasi totalità dei punti di ricarica. Al momento con CHARGE NOW è possibile ricaricare la propria vettura elettrificata nel 86% delle colonnine a disposizione e questa quota è destinata ad aumentare ulteriormente nei prossimi mesi. Il tutto con una sola App e con un solo profilo utente.
  • Partecipiamo attivamente ai principali progetti per lo sviluppo di infrastrutture di ricarica: EVA+ e Ionity. Ovviamente anche questi punti di ricarica ultrarapida saranno presenti all’interno del mondo ChargeNOW e sui navigatori delle nostre auto.
  • Le nostre concessionarie e i centri service ufficiali #BMW Group sono equipaggiati con punti di ricarica.
  • E come forse già saprete, abbiamo installato 750 pannelli solari e 50 punti di ricarica nella nostra sede di San Donato Milanese, acquistando il resto del fabbisogno elettrico solo da fonti rinnovabili certificate. Quindi la nostra flotta aziendale quando si muove in elettrico emette 0 g/CO2, con un risparmio stimato fino a 450 Ton/CO2anno (considerando una media chilometrica delle auto diesel del parco di 17.000 km/anno e un’elettrificazione del 70% del parco aziendale).

E quest’anno cosa ci attende?

2019: nuovi lanci di prodotto

Quest'anno lanceremo la nuova generazione di ibridi plug-in sulle vetture #BMW X5 e la nuova BMW Serie 3, introducendo la 4° generazione del powertrain elettrico del Gruppo #BMW, che offre una autonomia elettrica fino a 80 km secondo il nuovo ciclo di omologazione.

Nel 2019, in occasione del suo 60esimo compleanno, verrà anche svelata l'attesissima MINI Electric, primo modello Full Electric del Brand inglese.

Ulteriori sviluppi

Con il lancio della #BMW i3, il #BMW Group si è affermato ben presto come pioniere nel campo della mobilità elettrica. Entro il 2021, il #BMW Group avrà cinque modelli completamente elettrici: la #BMW i3, la MINI Electric, la #BMW iX3, la #BMW i4 e la #BMW iNEXT.

Entro il 2025, questo numero salirà a dodici modelli. Includendo gli ibridi plug-in, il portafoglio di prodotti elettrificati del #BMW Group comprenderà quindi almeno 25 modelli.

L' architettura altamente flessibile dei veicoli e un sistema di produzione globale altrettanto flessibile renderanno possibile avere una gamma così ampia. In un futuro ormai prossimo, il #BMW Group sarà in grado di produrre modelli con trasmissioni completamente elettriche (BEV), ibride plug-in (PHEV) e tradizionali (ICE) su un'unica linea di produzione.

La sua capacità di integrare l'e-mobility nella rete di produzione consente al #BMW Group di rispondere efficacemente alla crescente domanda di veicoli elettrificati. Entro la fine del 2019, il #BMW Group prevede di avere oltre mezzo milione di veicoli elettrificati sulle strade.

Attualmente stiamo sviluppando la quinta generazione della nostra trasmissione elettrica, in cui l'interazione tra motore elettrico, trasmissione, elettronica di potenza e batteria sarà ulteriormente ottimizzata. La quinta generazione della trasmissione elettrica verrà installata per la prima volta nella #BMW iX3 nel 2020.

Mi piace ricordare che da quest’anno siamo presenti con un nostro team in Formula E (dopo le esperienze degli anni passati con il Team Andretti) e che le prime gare ci hanno già visto esercitare un ruolo da protagonisti assoluti. Ci auguriamo che il prossimo Gran Premio di Roma in aprile confermi questo trend positivo!

E vorrei chiudere con qualche riflessione sul mercato nel 2019.

Il mercato nel 2019

Il #BMW Group prevede un 2019 con una leggera crescita delle vendite globali.

Il contesto economico generalmente buono e le previsioni positive per il segmento premium, in combinazione con i nostri nuovi modelli, in particolare la Serie X aggiornata e ampliata, dovrebbero sostenere la crescita mondiale nel 2019.

Tuttavia, le circostanze politiche ed economiche rimarranno incerte, soprattutto in alcune aree, con un potenziale impatto negativo sul mercato automobilistico.

Sebbene in CINA e Stati Uniti si prevede un potenziale di crescita per il segmento premium, in Europa, la situazione è molto più complessa. Fattori come la Brexit e l’incertezza sulle performance economiche di alcuni Paesi, come l’Italia, rappresentano delle incognite importanti che potrebbero limitare lo sviluppo del mercato #automotive. Mai come in questo momento, credo che sia opportuno essere prudenti nel fare stime nel Vecchio Continente e in casa nostra.

Signore e signori,

Siamo in una fase di profonda trasformazione del mercato e la mobilità sostenibile è al centro della sfida per tutti i produttori.

Tuttavia, al di là dell’offensiva di prodotto, ci sono elementi fondamentali che giocheranno un ruolo chiave per lo sviluppo dell’elettromobilità.

E di questo abbiamo parlato recentemente anche con le istituzioni e il Governo ricordando come siano necessari dal nostro punto di vista:

  • Un progetto strategico di visione di medio/lungo periodo;
  • Piani di sostegno continuativi e non estemporanei o limitati nel tempo;
  • Lo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica pubblica, urbana ma anche extraurbana e soprattutto nelle vie a rapido scorrimento, partendo dalle Autostrade italiane, fondamentale anche per sostenere il traffico del turismo internazionale che sempre più si muoverà con mezzi elettrici;
  • Il sostegno, attraverso misure ad hoc, all’infrastrutturazione privata (cittadini, aziende, aree commerciali, edilizia privata) delle colonnine di ricarica attraverso politiche di defiscalizzazione che hanno già dato ottimi risultati in altri settori senza gravare pesantemente sul bilancio dello Stato;
  • Il forte sostegno nella mobilità urbana (zone ZTL) delle nuove tecnologie a basso impatto ambientale, anche con incentivi non monetari (parcheggi, uso corsie preferenziali etc.). In tale contesto è fondamentale includere anche la tecnologia Ibrida Plug-in, perfetta per la transizione dai motori a combustione alle vetture elettriche pure, soprattutto in ambito urbano, grazie a batterie sempre più performanti che garantiscono la possibilità di muoversi in ambito urbano con la sola trazione elettrica;
  • Ma soprattutto abbiamo anche ricordato, assieme alle più importanti associazioni di settore a partire da UNRAE, che il vero grande problema del nostro paese, da affrontare al più presto, è il parco circolante più obsoleto d’Europa, che implica emissioni di climalteranti (CO2) e inquinanti (CO, PM10, NOx, SOx) fino ad oltre 100 volte superiori rispetto alle vetture a combustione interna di ultima generazione (benzina o diesel), e un livello di sicurezza infinitamente inferiore, con impatti diretti sull’incidentalità e i relativi costi sociali.

Questo è il vero problema da affrontare in Italia!

Consentitemi di dire, in chiusura, che abbiamo bisogno di lavorare tutti assieme affinché questi messaggi passino e diventino la base per costruire davvero la mobilità del futuro.

Come diceva Albert Einstein: “C’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà”