gennaio 07, 2022 - BMW

BMW è la prima a portare l'arte digitale all’interno dei veicoli. L'artista Cao Fei crea il Digital Art Mode

Las Vegas. Nell’ambito del Consumer Electronics Show (CES), BMW presenta oggi il suo Digital Art Mode e sarà la prima a portare l'arte digitale all’interno dei veicoli. Cao Fei, artista multimediale cinese di fama internazionale, ha creato il Digital Art Mode nell'anno del 50° anniversario del BMW Cultural Engagement. In programma a Las Vegas dal 5 all'8 gennaio 2022, il CES sarà il primo evento a mostrare il Digital Art Mode all'interno di una BMW iX M60. 

Il Digital Art Mode fa parte dei nuovissimi My Modes: momenti unici che migliorano l'esperienza di guida BMW creando una sinergia tra le funzioni del veicolo e il suo design interno. A seconda della situazione di guida e dello stato d'animo, è possibile creare una user experience olistica, a livello funzionale ed emotivo, premendo solamente un pulsante o tramite il comando vocale. A tal fine, il controllo della guida e dello sterzo, l'illuminazione e il suono d'atmosfera, nonché la combinazione di colori e la grafica del BMW Curved Display vengono sincronizzati con precisione.

Un salto di qualità per il BMW Cultural Engagement: dopo 50 anni e centinaia di collaborazioni internazionali, BMW introduce ora l'arte nei suoi veicoli. Il nuovo Digital Art Mode offre ai conducenti un'opzione aggiuntiva per personalizzare l’esperienza di guida secondo le proprie preferenze e interessi e apprezzare la cultura anche durante gli spostamenti di tutti i giorni. Il Digital Art Mode è il risultato di un intenso processo di collaborazione tra il BMW Group Design e l'artista multimediale cinese Cao Fei, la cui arte crea momenti affascinanti, sensuali e coinvolgenti. Nel 2017, Cao Fei ha progettato la diciottesima BMW Art Car utilizzando la M6 GT3, la prima del suo genere ad essere interamente digitale nella storia di questa collezione unica di opere d'arte mobili. Con questa primissima integrazione dell'arte digitale all’interno di un'automobile, Cao Fei e il BMW Group fanno il passo successivo insieme.

La nuova BMW iX M60 ospita una prima assoluta: un'opera d'arte digitale che simboleggia la profonda connessione tra l'uomo e la natura

Per la prima volta, il Digital Art Mode può essere sperimentato nella nuova BMW iX M60 al CES di quest'anno. La funzione sarà resa disponibile per altri veicoli della serie BMW nel 2022. Per alcuni modelli selezionati, il Digital Art Mode sarà disponibile come una caratteristica opzionale personalizzata, configurata direttamente in fabbrica, mentre per altri potrà essere installato a posteriori tramite aggiornamenti software a distanza integrati nell'interfaccia utente. "Con il nuovo Digital Art Mode, il BMW Cultural Engagement raggiunge nuove vette creando qualcosa di completamente unico", ha dichiarato Christoph Grote, Senior Vice President Digital Car, BMW Group, "Per la prima volta, rendiamo l'arte digitale parte integrante della moderna esperienza di guida in un'auto e usiamo una tecnologia innovativa per trasformare la mobilità in un'esperienza individuale, altamente esclusiva ed emozionante."

L'opera d'arte che sarà presentata sul BMW Curved Display creata da Cao Fei si chiama "Quantum Garden" e parla del continuo cambiamento di un mondo globalizzato e interconnesso. Galassie di spazi visivi pieni di punti, fasci di luce e nebulose che si muovono costantemente l'uno verso e lontano dall'altro a velocità variabili mentre crescono e si restringono ancora e ancora, esprimono i legami per lo più invisibili ma continui che collegano persone, gruppi e sistemi che si influenzano a vicenda anche a grandi distanze e, così facendo, modificano anche l'ambiente circostante. Nella sua opera - prodotta appositamente per il Digital Art Mode - Cao Fei combina le sue riflessioni su queste connessioni e correlazioni globali con la ricerca di una forma collaborativa di ciò che nelle culture asiatiche è spesso descritto come la perfetta armonia tra uomo e natura. L'artista stessa spiega questa eterna ricerca come segue: "Il desiderio di connettersi è onnipresente. Si tratta di come possiamo entrare in sinergia con il mondo, vivere con la natura e rinnovare la nostra energia."

"Il 2017 è stato un anno spettacolare, un periodo in cui l'umanità ha abbracciato l'avvento dell'intelligenza artificiale. Durante questo periodo, ho impiegato la realtà aumentata per creare la diciottesima BMW Art Car, un'auto con una propria aura, potenziata dalle nuove tecnologie. Il 2021 è stato un anno difficile e speciale. Mentre l'umanità era bloccata e impotente, il mondo si è mosso con determinazione nel metaverso, l'era dell'immersione virtuale. Questo è il momento in cui sono stata nuovamente invitata a partecipare all'innovativo Digital Art Mode di BMW", ha dichiarato Cao Fei. "La mia opera 'Quantum Garden' dà al guidatore della BMW la possibilità di sperimentare i mutevoli paesaggi digitali di un universo multiforme in uno schermo, dove la poesia astratta e i pixel sensoriali si intersecano. La rete di spettri aperti collega i nostri cuori al richiamo di buona volontà proveniente dalle profondità dell'universo".

Nelle sue stesse parole, Cao Fei descrive "Quantum Garden" come "una collezione poetica di universi, innumerevoli atomi, nebulose, e migliaia di fasci di luce in rapido movimento dalle profondità dell'universo, e stringhe di galassie che si trascinano, crescendo più grandi e più piccole, intersecandosi ed estendendosi, combinandosi e separandosi, percependosi e ascoltandosi a vicenda, intorno a una miriade di centri in costante rotazione. In un universo multidimensionale, la traiettoria non è lineare, il viaggio non ha fine ma solo la libertà di passare dal micro al macro-mondo, di vagare, di esplorare e di evolvere".

Nuovi modi di vivere la cultura: il BMW Group ancora una volta pioniere

Il Digital Art Mode è stato creato nell'anno dell'anniversario del BMW Group Cultural Engagement. Per 50 anni, BMW ha trasmesso la propria responsabilità sociale nel mondo della cultura attraverso partnership e iniziative. Così facendo, centinaia di cooperazioni a lungo termine sono diventate parte integrante della sostenibilità sociale del gruppo. Molti dei progetti hanno iniziato ad esplorare il potenziale insito nella digitalizzazione per espandere la portata del BMW Cultural Engagement, sviluppare nuove forme di espressione artistica e raggiungere un nuovo pubblico.

Digital Art di Cao Fei: dalla pista al BMW Curved Display

Quando Cao Fei ha progettato la BMW Art Car nel 2017, il BMW Group è stato ancora una volta pioniere nella progettazione di esperienze culturali innovative. Per la prima volta, un veicolo è stato trasformato in una scultura rotante utilizzando la realtà aumentata. La BMW Art Car di Cao Fei comprendeva tre componenti: un film su un viaggiatore spirituale nel tempo, una BMW M6 GT3 in carbon black e un'installazione creata attraverso la realtà aumentata, costituita da particelle di luce multicolore rese visibili con l'aiuto di una app personalizzata programmata per l'occasione. Ogni volta che l'app veniva usata vicino all'auto da corsa, lo schermo dello smartphone mostrava strisce di luce fluttuanti e mutevoli sopra e intorno alla BMW M6 GT3 - un riflesso del rapido cambiamento del paese d'origine dell'artista proiettato sulla diciottesima BMW Art Car.

Cao Fei vede il suo lavoro sul nuovo Digital Art Mode come una diretta continuazione del suo processo creativo in collaborazione con il BMW Group. La progettazione di un'auto da corsa attraverso la realtà aumentata sarà ora seguita dall'integrazione dell'arte digitale negli interni dei veicoli di serie.